×
menu

La qualifica di Materia Prima Seconda ed End of Waste – tra passata e nuova disciplina

13 Febbraio 2019

La gestione dei rifiuti rappresenta l’insieme di quelle attività rivolte a garantire la corretta amministrazione del fine vita di un materiale, che si può concludere con il suo recupero ovvero smaltimento in discarica o inceneritore. Il beneficio che comporta la prima scelta consta nel creare un nuovo prodotto in grado di sostituire in alcuni casi perfettamente la materia prima e ottenere benefici sotto un profilo economico. Per convesso, allo stesso tempo, ciò ha comportato non pochi casi di irregolarità nella gestione dei rifiuti, segnalati da parte dell’Autorità pubblica, che hanno condotto all’esito di mettere in discussione la bontà delle operazioni svolte sul materiale quando queste risultavano viziate nelle fasi operative e di trattamento. La presente riflessione prende le mosse dal quadro appena descritto, per giungere a interrogarsi se anche violazioni meramente formali del titolo abilitativo, lontane da insistere sulla qualità della materia di risulta, possano pregiudicare la qualifica di un rifiuto recuperato come materia prima secondaria (MPS).

Vedi Allegato

Categorie:
Ambiente Rifiuti
Articolo scritto da
Edoardo Giusti